Book Of Ra Online

banner bookofra sx

banner bookofra sx

Book OF Ra, Slot Machine e il gioco patologico dei minori

connessione book of ra e gioco compulsivoLa Book Of Ra è una slot machine che ha riscosso un successo sena precedenti ma che tuttavia sta “mietendo” vittime anche tra i più giovani, gli adolescenti e comunque minori di età. Ma il vero problema non sembra risiedere solo in questa particolare slot o in altre in quanto investe l’intero settore del gioco.
 
Infatti il gioco d’azzardo è un fenomeno in forte espansione. Negli ultimi anni tale attività ha coinvolto quote sempre più ampie della popolazione, divenendo così di rilevante importanza economica e di notevoli proporzioni sociali.
 
Circa l'1% dei giocatori in Italia è affetto da dipendenza dal gioco, una cifra in continua crescita anche per gli adolescenti: infatti uno studio sul gioco problematico, condotto con l’ausilio di https://www.lottomatica.it/ ,ha permesso anche di controllare le abitudini di gioco degli utenti online. Si è rilevato che rispetto ai dati degli anni precedenti, il tasso complessivo di giocatori problematici ha subito particolari variazioni solo considerando giocatori di fascia d’età compresa tra i 18 e i 75 anni. Se si prendono poi in considerazione anche i giocatori appartenenti a fasce più basse, il dato è destinato a salire.
 
Studi e ricerche condotte dal Codacons dimostrano che l’Italia è al primo posto nel mondo. Il bel paese, con i suoi 890 euro di spesa media procapite all’anno, è la capitale mondiale del gioco d’azzardo. Il proliferare di concorsi, lotterie, gratta e vinci, e l’avvento dei giochi online ha fatto aumentare di anno in anno il numero di giocatori e le somme spese per rincorrere la fortuna, al punto che oggi la spesa media procapite è pari a circa 890 euro annui. I giocatori sono circa 28 milioni, ma quelli abituali sfiorano quota 7 milioni. Di questi circa 750.000 presentano patologie legate al gioco e circa 80.000 vere e proprie forme gravi di dipendenza.
 

Una vera e propria piaga sociale che getta sul lastrico le famiglie, crea indebitamento e spesso sfocia in suicidi e altre tragedie, e che si sta diffondendo ora anche tra i più giovani. Un tempo si era soliti parlare di genitori che trascuravano i figli a causa del vizio del gioco, oggi purtroppo si assiste a figli che rubano in casa o ai propri familiari per permettersi i soldi per giocare nelle sale slot.
 
 I giovani sono categorie ‘in sé’ a rischio perché nell’adolescenza l’equilibrio emotivo è fragile e la voglia di sfidare il mondo, o la sorte, grande. Se a questo si aggiunge l’innovazione tecnologica, sfruttata nel gioco online per agganciare questo target il cerchio si chiude. Bisogna inoltre ricordare che sono pochi i gestori che chiedono un documento quando un ragazzo vuole acquistare un gratta e vinci - preferiti dai giovanissimi - o giocare alle slot-machine.
 
Online è facile giocare d’azzardo, sia per la presenza di siti illegali sia perché per scommettere si richiede un’autodichiarazione della propria età. Nonostante il divieto di gioco per i minori, da varie ricerche condotte presso gli istituti superiori italiani, risulta che i giovani sono attratti da questo mondo. Il denaro però non è l’unica ragione per cui gli adolescenti si avvicinano al gioco, ma è semplicemente il mezzo che consente loro di continuare a giocare. I ragazzi giocano per divertirsi, perché è eccitante e perché si può vincere denaro.
 
 Quelli che sperimentano problemi di gioco riferiscono di giocare per sfuggire e dimenticare i loro problemi: in quei momenti, niente al mondo è più importante ed è come “evadere” dalla realtà. Altre motivazioni di gioco riferite dagli adolescenti sono la pressione del gruppo dei pari, il giocare per alleviare la noia e per alleviare un umore depressivo. Si gioca quindi sia per emulazione, sia per la ricerca del divertimento trasgressivo, sia perché tentati dal desiderio di ottenere denaro facilmente, o perché coinvolti da comunicazioni suggestive.
 
Poichè l’accostamento superficiale di un ragazzo ai giochi con vincite in denaro può avere conseguenze negative per il suo corretto sviluppo, la prevenzione in questi casi è sempre il miglior approccio. La prevenzione andrebbe operata innanzitutto in ambito familiare: è il nucleo familiare la culla della formazione dell’adolescente ed un maggior controllo, una migliore comunicazione genitore-figlio, un modo di ragionare e di pensare più attento alle problematiche sociali attuali, sono di per se fattori rilevanti che potrebbero evitare gia una buona fetta dei giocatori minori.
 
E’ anche vero che i problemi possono nascere anche nelle migliori famiglie e quindi tante altre soluzioni andrebbero ricercate al di fuori: attualmente abbiamo l’informazione, su internet o in tv, che ci avvisa di situazioni spiacevoli, ci sono misure preventive gia operate direttamente dall’Aams che impone controlli rigorosi sugli operatori del gioco.
Insomma dei passi in tal senso sono stati mossi ma non è ancora sufficiente. Non è più un problema di tipo di gioco: è facile puntare il dito contro l’apparecchio che sta spopolando in un dato periodo, è facile dire che la Book OF Ra è la piaga del momento.
 
Ritornando alla nostra amata book of ra, non è questo meraviglioso il gioco il problema ne ne è una causa. Il problema è dentro di noi perché tutto, anche un semplice gioco, non d’azzardo, può diventare un problema se usato nel modo sbagliato. Adesso toccherebbe alla nostra coscienza, noi che dalla nostra tabaccheria vendiamo con tanta leggerezza un gratta e vinci ad un ragazzo senza informarci minimamente sulla sua età o noi, gestori di una sala giochi, che chiudiamo un occhio sul documento del ragazzino seduto sullo sgabello dinanzi ad uno schermo da gioco. Adesso tocca alla nostra coscienza perché quel ragazzino seduto su quello sgabello che sta ponendo le basi del suo futuro dinanzi ad uno dei nostri schermi, un domani potrebbe essere nostro figlio…
 
Book OF Ra, Slot Machine e il gioco patologico dei minori

Importanti riflessioni sui collegamenti tra il gioco della book of ra e le patogologie del gioco compulsivo che affliggono i minori. patologia book of ra